Storia dell’acqua condominiale…

L’acqua condominiale è importante, in pochi sanno cosa c’è dietro per fornirla buona.

( Tempo di lettura: 3 minuti )contatori

Leggi, dispositivi, impianti: l’acqua condominiale viene erogata a tutti ma talvolta avrebbe necessità di essere “trattata” per un migliore utilizzo.
Addolcitore o Kalko Tronic
Sono le soluzioni più comuni, tuttavia partiamo da come è fatto il sistema acqua del condominio.

Ci sono principalmente 3 tipi di impianti di distribuzione centralizzata:

  • Solo acqua fredda – CONDOMINIO 1: Acqua fredda distribuita a tutti, ogni condomino ha la sua caldaia per riscaldamento e acqua calda per la doccia.
    Le soluzioni sono 2:
    – sistema di trattamento condominiale (costi più bassi di acquisto e manutenzione ridotta, tutto è diviso per i condomini, quindi vantaggioso), dopo l’autoclave.
    – sistema privato: ogni condomino deve pensare per conto proprio.
  • Acqua fredda + riscaldamento – CONDOMINIO 2: Acqua fredda per tutti, ogni condomino ha la sua caldaia o scaldabagno per la sola acqua calda ma il riscaldamento è centralizzato.
    Le soluzioni sono le stesse del punto precedente:
    – sistema di trattamento condominiale (dopo l’autoclave).
    – sistema privato: ogni condomino deve pensare per conto proprio.
  • Acqua fredda + Acqua calda – CONDOMINIO 3: Acqua fredda è per tutti ma c’è una centrale termica che fornisce riscaldamento ma anche acqua calda per la doccia.
    In appartamento non c’è alcuna caldaia o scaldabagno.
    Il calcare è, in questo caso, pericolosissimo poichè incentiva la formazione di batteri nel circuito acqua calda.batterio legionella
    Questo tipo di condominio avrebbe i maggiori vantaggi dal sistema di trattamento soprattutto per la salute dei suoi abitanti.

    Le soluzioni sono le seguenti:
    – sistema di trattamento condominiale su acqua fredda (dopo l’autoclave).
    – in caso di Kalko Tronic viene inserito anche un piccolo sistema di richiamo sul ricircolo ACS per migliorare il trattamento e ridurre le cariche batteriche dell’impianto acqua calda centralizzato (mantenimento e/o riduzione dei problemi di legionella e batteri nell’impianto).
    – sistema privato: questa scelta è molto difficile da adottare, poichè ci sono 2 linee diverse e quindi gli impianti dovrebbero essere due.

In base a quale tipo di condominio gli impianti sono più o meno complessi.

L’acqua dovrà essere potabile ma le spese di manutenzione ordinarie e straordinarie dovranno essere al minimo!

Per far questo spesso occorre valutare un adeguato sistema di trattamento per il calcare.

La formazione di calcare porta nel tempo a costi ordinari maggiori (Bollette energetiche) e straordinarie (dovute alle incrostazioni).

Installare un sistema classico di addolcimento a sale (erroneamente chiamato depuratore) deve essere consapevole:

  1. Se va fuori taratura rispetto alla normativa ci possono essere dei problemi legali (sanzioni per l’amministrazione)
  2. Con una durezza troppo bassa (per legge deve rimanere almeno una durezza di 15°Francesi) l’acqua è non potabile e può portare a corrosione dei tubi o degli accessori oltre che problemi di saluti nel tempo.
  3. se non gestito bene l’addolcitore può consumare e costare molto in acqua, sale e manutenzione.
  4. nei condomini più grandi il carico del sale viene affidato ad aziende esterne che regolarmente verificano la presenza di sale e questo ha costo ulteriori.
  5. in caso di mancanza di sale si generano batteri pericolosi per la salute.
  6. ingombri spesso elevati e incompatibili con gli ambienti condominiali.
  7. una rottura con allagamento può portare a danni rilevanti.

Per questo affrontare tutte le questioni a volte risulta difficile, anche per la mancanza di informazioni chiare.

Spesso si pensa che le leggi siano fatte per nascondere problematiche ma a volte invece sono per preservare la salute di chi usa l’acqua.

Ci sono anche dei costi iniziali:

  1. le predisposizioni che non esistono vanno create.
  2. la prima fornitura dei macchinari (acquisto)
  3. costi immediati di manutenzione / consumo ordinario (sale, acqua, l’azienda che fa il carico del sale)
  4. la manutenzione / revisione annuale programmata (verifica durezza, pulizia deposito, pulizia pistoni e valvole)

Consigliamo a tutti di far intervenire alle vostre riunioni di condominio più tecnici specializzati per avere un quadro più completo.

Consulenza Kalko Tronic: la soluzione migliore

Contatteteci senza impegno:

  • Se avete bisogno di conoscerci meglio vi faremo parlare con un tecnico Kalko Tronic.
  • Volete capire quanto Kalko Tronic sia più economico (per il portafoglio) ed ecologico (per i consumi di acqua/sale) come soluzione
  • Possiamo intervenire nelle vostre riunioni di condominio, illustrarvi bene il prodotto e le promo in corso
  • Analizzare il tipo di impianto del vostro condominio può darvi la migliore soluzione per voi

VI indicheremo il ns. collaboratore più vicino a voi.